banner

Notizia

May 28, 2023

Gli emulsionanti negli alimenti causano aumento di peso

Basta chiedere a Tamara Quarles: ha perso 261 libbre eliminando emulsionanti e additivi alimentari!

Non possiamo essere gli unici ad amare i cibi cremosi che rimangono mescolati insieme, come quel burro di arachidi pronto da gustare in cui possiamo intingere il cucchiaio, senza bisogno di mescolare. Ma cosa succederebbe se ti dicessimo che gli additivi presenti nel burro di noci cremoso, negli yogurt, nell'hummus, nel latte senza latticini e nei condimenti per l'insalata stanno facendo salire il numero sulla bilancia? Dawn Harris Sherling, MD, laureata a Yale e Harvard, afferma: "Le stesse sostanze chimiche che prolungano la durata di conservazione del nostro cibo stanno causando problemi all'interno del nostro intestino e oltre". In breve: gli emulsionanti presenti negli alimenti ci fanno aumentare di peso. Ecco cosa devi sapere per evitare il problema.

Gli emulsionanti sono un tipo di additivo non alimentare inserito in tutti i tipi di alimenti trasformati. Hanno iniziato a comparire nei prodotti alimentari decenni fa – e con scarsi test – per migliorare la consistenza del cibo impedendo la separazione di olio e acqua. (Gli emulsionanti vengono utilizzati anche nei detersivi per il bucato per aiutare l'acqua a infiltrarsi nelle macchie di grasso.) Ora che esistono test più sofisticati, gli esperti stanno lanciando l'allarme sulle conseguenze sulla salute e sul peso di questi componenti aggiuntivi, che si trovano in quasi tutti gli alimenti trasformati e confezionati. . In effetti, le stime suggeriscono che il 57% della dieta americana standard è composta da questi tipi di alimenti ultra-processati. Il dottor Sherling, autore di Eat Everything, afferma: "Un pasto tipico può contenere una mezza dozzina di emulsionanti e additivi".

E mentre è facile guardare una torta o un biscotto e sapere che non è sano al 100%, gli emulsionanti si nascondono anche in cibi sorprendentemente sani. Sono in agguato nelle barrette proteiche, nei frullati preconfezionati e nel latte di mandorle che sulla confezione proclamano "tutto naturale" e "biologico". La stessa dottoressa Sherling è rimasta intrappolata in questa trappola, ricordando come una volta ordinò un latte d'avena in un bar, pensando che fosse un'opzione più salutare, solo per scoprire che stava bevendo una tazza di sostanze chimiche. "La cosa frustrante è che così tante donne cercano di fare la cosa giusta mangiando cibi sani, ma questo sta cambiando in peggio il loro microbioma intestinale", afferma la dottoressa Sherling. "Siamo sabotati!"

I produttori utilizzano emulsionanti per mantenere il cibo al meglio sugli scaffali, ma una volta ingeriti sono tutt’altro che piacevoli per la nostra salute. Gli emulsionanti rimuovono il rivestimento protettivo dell'intestino. In questo stato indebolito e sopraffatto da costanti sostanze estranee, l’intestino può perdere la sua capacità di trattenere microbi dannosi e cibo non digerito. Di conseguenza, quelle tossine “filtrano” nel flusso sanguigno, innescando infiammazioni e malattie.

David Brownstein, medico, esperto di questo fenomeno, noto come sindrome dell’intestino permeabile, afferma che gli additivi alimentari sono una delle ragioni principali per cui si verificano problemi intestinali “nella stragrande maggioranza della nostra popolazione”. Gli esperti stimano infatti che l’80% delle donne sopra i 50 anni soffra di permeabilità intestinale. Questo è un problema per il nostro girovita: in uno studio pubblicato sulla rivista Obesity, le donne con l'intestino più infiammato e “che perde” hanno sviluppato il 132% in più di grasso addominale rispetto alle loro coetanee con l'intestino meno danneggiato.

“Il nostro corpo non è un tempio; è un giardino”, afferma il dottor Sherling. Lei avverte che gli alimenti confezionati carichi di additivi chimici come gli emulsionanti – spesso con nomi scientifici confusi – stanno facendo crescere i batteri “cattivi” nel nostro intestino come erbacce. Il risultato? Infiammazione e sintomi gastrointestinali.

Il danno intestinale non è l’unico modo in cui gli emulsionanti alimentari influenzano il nostro metabolismo e ci fanno aumentare di peso. Anche gli alimenti ricchi di emulsionanti ci costringono a mangiare troppo. Il dottor Brownstein afferma: "Il problema è che gli emulsionanti fanno sentire bene il cibo in bocca, quindi vogliamo mangiare di più".

La ricercatrice di fama mondiale della Penn State Barbara Rolls, PhD, è d'accordo. Sa che la sensazione del cibo in bocca può avere un impatto drammatico sul nostro appetito. (Fai clic per conoscere il suo piano di perdita di peso "Volumetrics"). Dice: "Ora ci sono molte ricerche sulla viscosità e la consistenza del cibo che ci portano a mangiare di più". È vero, i cibi dalla consistenza ricca e cremosa risultano più appetibili al nostro palato.

CONDIVIDERE